Jump to the content of the page
Fischer Marketing Team | 24. aprile 2020

FISCHERSCOPE® MMS® PC2 in un impianto di produzione

Negli ultimi anni, il rispetto delle specifiche riguardanti lo spessore del rivestimento di un prodotto viene sempre più spesso monitorato direttamente nello stabilimento di produzione. Questo riduce rotture/guasti e consente di regolare il processo in modo tempestivo. Il prerequisito per un'applicazione del genere è un'unità di misura affidabile che consenta la comunicazione con le unità di controllo e il monitoraggio dell'impianto di produzione.

Per questa applicazione è più adatto FISCHERSCOPE® MMS® PC2, prodotto di nuova concezione. Le letture sono presentate sul display TFT che offre una buona capacità di lettura. L'unità dispone di interfacce di comunicazione USB, LAN e COM di serie. Il funzionamento dell'unità avviene tramite touch screen integrato o tramite tastiera e/o mouse esterni. Come sistema operativo viene utilizzato Windows® CE di Microsoft, in modo che i prompt dell'utente corrispondano a quelli familiari di molti programmi per PC.

Negli impianti industriali, il controllo e il monitoraggio avvengono normalmente tramite PLC. Lo scambio di informazioni tra il PLC e altre unità avviene preferibilmente tramite singole linee di controllo. Per evitare interferenze elettriche e quindi aumentare l'affidabilità del processo, queste linee di controllo devono presentare un isolamento CC tra l'unità di misura e il PLC.

Questi requisiti vengono soddisfatti grazie al nuovo "modulo I/O digitale" che può essere integrato nel FISCHERSCOPE® MMS® PC2. Il modulo può funzionare con un massimo di 8 segnali di ingresso e 24 di uscita. La tensione di alimentazione viene fornita da una sorgente esterna e può arrivare fino a 24 V. Ogni segnale in uscita può arrivare a un massimo di 0,5 amp.

Per le operazioni semplici FISCHERSCOPE® MMS® PC2 con il modulo I/O digitale integrato può essere utilizzato anche senza PLC. Ad esempio, per la selezione delle parti è possibile definire limiti di tolleranza. In caso di deviazioni al di sopra o al di sotto di questi limiti, è possibile attivare direttamente gli interruttori o i display di selezione.

Un'altra delle attività adatte per FISCHERSCOPE® MMS® PC2 è il monitoraggio simultaneo di una serie di caratteristiche del prodotto. Gli spessori del rivestimento in diverse posizioni possono essere misurati simultaneamente con un massimo di otto sonde ( Figura 1 ).

In conclusione, l'utilizzo di sonde per la misura automatica dello spessore del rivestimento è un aspetto di grande importanza. Con la sua gamma versatile di sonde, Helmut Fischer è in grado di fornire la sonda adatta per quasi tutte le attività di misura. Oltre all'elevata precisione e alla buona ripetibilità delle misure, nel caso di misurazioni automatiche occorre che le sonde dispongano di un ciclo di vita esteso.

Leave us your comment
By submitting this form, I confirm that I have read and understood the privacy policy.
Jump to the top of the page