Jump to the content of the page

Rilevamento di metalli pesanti nei giocattoli mediante fluorescenza da raggi X.

I giocattoli per bambini contaminati da tracce di metalli pesanti e altre sostanze pericolose, a volte in concentrazioni pericolosamente elevate, riempiono sempre più spesso le pagine allarmistiche dei nostri giornali. Pertanto, i produttori di giocattoli sono sottoposti a notevoli pressioni per dimostrare che i loro prodotti sono privi di sostanze nocive in modo da ottenere le certificazioni del settore.

In Europa, i giocattoli per bambini sono soggetti sia alla direttiva sulla sicurezza dei giocattoli che alla norma DIN EN 71, che definisce, ad esempio, i criteri per testare le proprietà meccaniche e fisiche e i composti organici, la sicurezza elettrica dei giocattoli e i limiti massimi di presenza di alcuni metalli pesanti e altre sostanze pericolose. Questo standard impone che l'oggetto sia esposto per una o due ore a 0,07 mol/l di acido cloridrico, che simula i succhi gastrici. Il prodotto disciolto viene quindi analizzato, solitamente con AAS o ICP. Gli svantaggi di questo approccio sono che durante il processo il campione viene distrutto e i test richiedono molto tempo.

Al contrario, l'analisi della fluorescenza da raggi X (XRF) è un metodo semplice per la determinazione rapida e non distruttiva delle concentrazioni di Pb, Hg, Cd e altri metalli pesanti. La tabella 1 mostra i limiti di rilevamento per diverse plastiche misurate con un FISCHERSCOPE® XDV®-SDD. In questo modo, la precisione dei risultati delle misure può essere facilmente verificata rispetto ai valori limite prescritti.


Elemento

valori limite
DIN EN 71
 
Limiti
di rilevamento
 
Esempio di misurazione ABS marrone
[deviazione standard]
   
POM

PVC

ABS blu
 

Sb

60

42,6

43,2

24,9

45159 [180]

As

25

3,9

8,7

2,7

42 [3,8]

Ba

1000

138,0

87,0

60,0

2740 [79]

Cd

75

17,4

19,2

22,2

10 [8,4]

Pb

90

8,7

12,6

6,5

4 [4,3]

Hg

60

2,4

8,1

1,5

-3 [2,6]

Se

500

1.5

4.2

1.2

5 [1.7]

Cr

60

11,7

54,0

7,5

12134 [281]

Usato come metodo di screening, l'XRF avvisa l'utente quando viene superato un determinato valore. Per verificare il risultato è poi possibile eseguire ulteriori analisi chimiche a umido.

La concentrazione di inquinanti può anche essere misurata in maniera molto selettiva, ad esempio sull'occhio dipinto di una figura di plastica. Con l'aiuto dell'XRF, è possibile testare in maniera rapida un intero lotto, consentendo la rimozione selettiva di singole parti contaminate, che potrebbero non essere rilevate nei test a random. Un ulteriore vantaggio è che la concentrazione di tutti i metalli pesanti può essere determinata simultaneamente in una sola fase di misurazione.

Con FISCHERSCOPE® X-RAY XDV®-SDD, possono essere rilevate rapidamente e, soprattutto, in maniera non distruttiva anche le più piccole concentrazioni di metalli pesanti e altre sostanze pericolose contenute nei giocattoli. Ciò consente di verificare la conformità a normative e standard specifici. Per ulteriori informazioni, non esitare a contattare il tuo rappresentante locale FISCHER.

Jump to the top of the page