Jump to the content of the page

Durezza superficiale dei rivestimenti di vernice: Pencil testing e nanoindentazione

Fino a poco tempo fa, il metodo più comune per determinare la durezza dei rivestimenti di vernice era l'esecuzione del test rapido Pencil testing. Tuttavia, l'affidabilità e la riproducibilità di questo metodo è discutibile. A causa dei rigorosi standard di qualità nel settore dei rivestimenti, il test di durezza dei rivestimenti in vernice deve essere eseguito in maniera affidabile.

La determinazione del "Pencil Testing" - o meglio, della resistenza ai graffi mediante marcatura con matite - secondo Wolff Wilborn o la norma DIN ISO 15184 è un metodo comunemente utilizzato nell'industria dei rivestimenti. Con questo metodo, matite di diverse durezze vengono spostate sulla superficie della vernice da testare ad una certa angolazione e con una certa forza. La "durezza della matita" del rivestimento è definita tramite due livelli consecutivi di durezza della matita, in cui quella più morbida lascia solo una traccia di scrittura, mentre quella più dura provoca una deformazione tangibile del rivestimento di vernice.

I limiti di questa procedura risiedono nella scarsa riproducibilità delle misure. Per prima cosa il materiale testato non manifesterà sempre le stesse proprietà, poiché la durezza della matita non è definita chiaramente in nessuno standard e ci sono differenze nette tra i singoli produttori. Inoltre, l'influenza dell'operatore è significativa. Pertanto, spesso è impossibile interpretare i risultati in modo univoco.

Confrontando le diverse durezze della matita con la durezza Martens, i limiti del metodo diventano ancora più evidenti. La Fig. 2 mostra i risultati di più misurazioni su matite di vari livelli di durezza. Se si considerano le deviazioni standard delle singole serie di test è evidente una grande sovrapposizione. Infatti, soprattutto nella fascia alta, la durezza nominale (B, HB, F, H, ecc.) delle matite non è un indicatore affidabile della loro effettiva durezza.

FISCHERSCOPE® HM2000 S è in grado di misurare la durezza dei rivestimenti di vernice in modo diretto e preciso. Inoltre, è in grado di determinare altre caratteristiche, come il comportamento di scorrimento e rilassamento, nonché il modulo di elasticità. Tutti questi parametri di durezza forniscono un' indicazione realistica della qualità della vernice;

I sistemi di misurazione della durezza FISCHERSCOPE® dimostrano che la durezza effettiva di una matita può variare in modo significativo dalla sua durezza nominale, quindi la matita non è un strumento di misura affidabile . Pertanto, non ci si può aspettare che un metodo che utilizza una matita come strumento principale sia in grado di valutare in maniera affidabile la durezza di qualsiasi elemento. Per determinare direttamente la durezza superficiale ad es. dei rivestimenti in vernice, FISCHERSCOPE® HM2000 S, ad esempio, vi darà sempre risultati coerenti, accurati e precisi. Se desideri ulteriori informazioni contatta il nostro referente locale FISCHER.

Jump to the top of the page